Business Navigator

La rotta per lo sviluppo della tua impresa
Business Navigator

Da oggi è ancora più facile e conveniente ottenere il tuo BUSINESS NAVIGATOR.

Grazie al VOUCHER DELLA CCIAA DI FERMO potrai richiedere un contributo che abbatte la spesa di consulenza.

 

logo cosvim confidi
  • scrivici
  • FAQ
  • logo cosvim confidi
    area riservata cosvim advice
  • scrivici
  • FAQ
  • cosvim advice
  • SVILUPPO DELLE AZIENDE AGRICOLE E DELLE IMPRESE– “Sostegno a investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra–agricole” – settore agritur

    SVILUPPO DELLE AZIENDE AGRICOLE E DELLE IMPRESE– “Sostegno a investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra–agricole” – settore agritur
    30/05/2018

    Obiettivi dell’intervento

    La sottomisura si pone l’obiettivo di sostenere azioni volte a sviluppare o migliorare la capacità di accoglienza turistica da parte delle aziende agricole multifunzionali consentendo loro sia di accrescere le proprie potenzialità economiche sia, contestualmente, di sostenere lo sviluppo economico e sociale delle aree in cui le stesse aziende sono localizzate.

    In particolare attraverso gli investimenti nel settore dell’agriturismo si intende sviluppare, accrescere e consolidare l’offerta dei “saperi” che il mondo rurale è in grado di proporre quali ad esempio la cultura enogastronomica regionale soprattutto attraverso le produzione di qualità, le bellezze ambientali del territorio, il patrimonio storico ed architettonico locale.

    Le finalità che si intendono perseguire sono:

    –         la qualificazione dell’accoglienza turistica attraverso un miglioramento della qualità dei servizi da parte delle aziende agrituristiche;

    –         l’introduzione di servizi innovativi attraverso lo sviluppo delle attività complementari, didattiche, ricreative e sportive volte ad ottenere un aumento del numero degli ospiti e la loro permanenza.

    Dotazione finanziaria € 5.200.000,00

    Beneficiari: Imprenditori Agricoli, così come individuati dall’articolo 2135 del codice civile, in possesso dell’iscrizione all’Elenco Regionale degli Operatori Agrituristici come stabilito dall’articolo 12 della Legge Regionale n. 21/2011.

    L’impresa deve essere localizzata nella Regione Marche ed iscritta alla CCIAA con codice ATECO agricolo.

    L’impresa deve avere la disponibilità del fabbricato o dei fabbricati e delle superfici agricole sulle quali si intende realizzare gli investimenti a decorrere dalla data di scadenza di presentazione della domanda di aiuto e fino a completo adempimento degli impegni assunti con l’adesione al presente bando.

     Tipologia di progetti finanziabili ed entità del contributo

    Il progetto, al momento della presentazione della domanda, deve essere cantierabile, ovvero corredato da tutti i titoli abilitativi richiesti dalla normativa vigente (autorizzazioni, comunicazioni, concessioni, nulla osta, pareri, permessi, Segnalazione Certificata di Inizio Attività – SCIA, permesso di costruire, ecc.).

    È possibile richiedere ed ottenere l’aiuto previsto dal presente bando per investimenti finalizzati e funzionali all’esercizio dell’agriturismo che facciano riferimento alla trasformazione di locali e/o edifici esistenti sul fondo, da destinare alla fornitura di servizi di ospitalità e di somministrazione alimenti e bevande e/o alla fornitura di attività o servizi complementari e/o alla realizzazione di strutture sportive e/o ricreative e/o didattiche di dimensione e caratteristiche compatibili con l’attività agricola dell’azienda e con la dotazione strutturale ed infrastrutturale delle aree rurali.

    La compatibilità con l’attività agricola aziendale è riferita all’obbligo, come previsto dalla vigente normativa, che questa resti sempre prevalente rispetto a quella agrituristica.

    Saranno ammissibili esclusivamente gli investimenti riconducibili alle tipologie (ospitalità – somministrazione alimenti e bevande – fattoria didattica – attività e servizi complementari etc.) e alle dimensioni di attività (numero posti letto – numero pasti somministrabili etc.) riconosciute con la domanda di iscrizione all’Elenco Regionale degli Operatori Agrituristici.

    L’entità massima di aiuto che è possibile riconoscere per le diverse tipologie di intervento, relativamente ad ogni progetto approvato, è pari a 200.000,00 euro.L’aiuto è concesso in conto capitale, l’intensità di aiuto è riportata nella tabella seguente:

     

    L’intensità di aiuto del contributo concesso viene incrementata del 10% per gli interventi ricadenti nelle aree del cratere sismico effettuati da aziende del cratere.

     

    Spese ammissibili

    –          Opere edili di recupero dei fabbricati aziendali esistenti da destinare all’attività agrituristica;

    –     Realizzazione e/o adeguamento degli impianti tecnologici (termico – idrosanitario – elettrico etc.)   attraverso l’introduzione di tecnologie innovative volte al risparmio energetico e alla utilizzazione di fonti energetiche rinnovabili necessari all’attività agrituristica;

    –      Sistemazioni di aree esterne da destinare a piazzole per la sosta in spazi aperti di tende, roulottes e caravan;

    –      Realizzazione di percorsi didattici/sportivi/escursionistici/ricreativi all’interno dell’azienda agricola;

    –      Realizzazione di strutture sportive;

    –      Acquisto di arredi ed attrezzature necessarie e strettamente funzionali allo svolgimento.

    Sono considerate ammissibili le attività avviate e le spese sostenute dal beneficiario dal giorno successivo la data di protocollazione della domanda di sostegno (eleggibilità della spesa).

    Fanno eccezione le spese propedeutiche alla presentazione della domanda riconducibili a voci di costo per prestazioni immateriali: onorari di professionisti e consulenti, studi di fattibilità.

    Per tali tipologie sono ammissibili le spese sostenute nei dodici mesi antecedenti la presentazione della domanda di sostegno.

     Scadenza  02/10/2018

     Info e modulistica

    Per maggiori informazioni e per accedere alle modalità di presentazione della domanda consultare il sito della Regione Marche

     

    Vuoi essere sempre aggiornato sui nostri servizi?
    Iscriviti alla nostra newsletter, clicca qui!

    Potrebbe interessarti anche: