Business Navigator

La rotta per lo sviluppo della tua impresa
Business Navigator

Da oggi è ancora più facile e conveniente ottenere il tuo BUSINESS NAVIGATOR.

Grazie al VOUCHER DELLA CCIAA DI FERMO potrai richiedere un contributo che abbatte la spesa di consulenza.

 

logo cosvim confidi
  • scrivici
  • FAQ
  • logo cosvim confidi
    area riservata cosvim advice
  • scrivici
  • FAQ
  • cosvim advice
  • REGIONE MARCHE: SOSTEGNO ALLO SVILUPPO E ALLA VALORIZZAZIONE DELLE IMPRESE SOCIALI NELLE AREE COLPITE DAL TERREMOTO

    REGIONE MARCHE: SOSTEGNO ALLO SVILUPPO E ALLA VALORIZZAZIONE DELLE IMPRESE SOCIALI NELLE AREE COLPITE DAL TERREMOTO
    06/09/2018

    OBIETTIVI

    Con il presente intervento la Regione Marche intende favorire la nascita, il consolidamento, il rafforzamento sul mercato e la crescita dimensionale delle imprese sociali presenti nelle aree gravemente colpite dal terremoto. Le principali finalità dell’intervento sono pertanto la creazione di nuove opportunità per le imprese sociali nel mercato dei servizi al cittadino; lo sviluppo di collegamenti e sinergie fra le imprese sociali e le strutture che operano nell’ambito della salute e benessere; la sperimentazione di soluzioni innovative per la realizzazione di prodotti e servizi con requisiti prestazionali maggiormente rispondenti ai bisogni degli utenti/cittadini.

    DOTAZIONE FINANZIARIA

    6.000.000,00 Euro a valere sul Programma Operativo Regionale (POR) Marche – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) 2014/2020 Asse 8 –OS 22 – Azione 22.1 – Intervento 22.1.1.

    BENEFICIARI

    Possono beneficiare delle agevolazioni previste dal presente bando le Imprese Sociali di cui all’art. 1 del Decreto Legislativo n. 112/2017, micro, piccole, medie, in forma singola  o aggregata (almeno tre imprese) tramite rete-contratto e Associazioni o raggruppamenti di imprese, a carattere temporaneo, appositamente costituite per la realizzazione del progetto oggetto della domanda di sostegno. essere attive ed avere l’attività economica principale o secondaria come risultante dal certificato CCIAA alla data di presentazione della domanda, rientrante nella seguente attività identificata dai codici ATECO 2007: Q Sanità e assistenza sociale. Solo per le Cooperative Sociali di tipo B è ammessa qualsiasi attività economica ad eccezione di quelle ricomprese alla lettera A, Agricoltura Silvicoltura e Pesca del codice ATECO 2007.

    LOCALIZZAZIONE

    Gli interventi di cui al presente bando dovranno essere realizzati all’interno dei Comuni che ricadono nell’area cratere e in quelli limitrofi a tale area di cui all’Allegato 1 del POR “Comuni area cratere e limitrofi” e indicati nell’Appendice A.1 sotto riportata.

    La localizzazione dell’intervento dovrà essere indicata in fase di presentazione della domanda. Nel caso in cui all’atto della presentazione della domanda il beneficiario non abbia la sede dell’investimento in uno dei Comuni indicati nell’appendice A.1., l’apertura della sede dovrà essere comunicata all’amministrazione regionale entro la data della prima erogazione dell’agevolazione (a titolo di anticipo/sal).

    INTERVENTI FINANZIABILI

    Ambiti di intervento:

    – assistenza domiciliare, in particolare per gli anziani;

    – servizi per l’infanzia/adolescenza;

    – invecchiamento attivo;

    – l’inclusione sociale e l’inclusione socio-lavorativa dei soggetti svantaggiati;

    – conciliazione vita-lavoro.

    Saranno ammessi alle agevolazioni i progetti di investimento che prevedono lo svolgimento, lo sviluppo e la realizzazione di una o più linee di attività di seguito elencate:

    – insediamento di nuove unità locali;

    – ristrutturazione, ammodernamento ed ampliamento di unità locali;

    – diversificazione ed ampliamento della gamma dei servizi forniti dall’impresa;

    – acquisizione di nuove competenze e know how;

    – ottimizzazione dei processi organizzativi;

    – azioni volte a migliorare la conoscenza dei fabbisogni degli utenti di riferimento;

    – azioni volte ad innovare le modalità di erogazione e a migliorare la qualità dei servizi offerti;

    – azioni di networking collaborativo tra imprese e soggetti portatori di competenze.

    SPESE AMMISSIBILI

    1. a) spese per acquisizione di edifici già costruiti (max 20% del costo ammissibile del progetto);
    2. b) spese di locazione di immobili;
    3. c) spese per ristrutturazione/adeguamento edificio di proprietà ((max 20% del costo ammissibile del progetto oppure max 10% del costo ammissibile del progetto se i lavori di ristrutturazione/adeguamento riguardano un edificio acquisito ai sensi del presente bando);
    4. d) impianti e macchinari, hardware, software e attrezzature varie. Sono compresi in questa voce anche i mezzi di trasporto ad uso interno o esterno, compresi tutti i tipi di allestimenti finalizzati al trasporto, ad esclusivo uso aziendale;
    5. e) spese per il personale dipendente in organico per la parte di effettivo impiego nelle attività del progetto (max 30% del costo ammissibile del progetto);
    6. f) spese per la messa a disposizione di personale altamente qualificato da parte di un organismo di ricerca o di una grande impresa per attività di innovazione in una funzione di nuova creazione, che non sostituisca altro personale;
    7. g) spese relative alle quote di ammortamento di immobili, degli impianti e attrezzature, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto;
    8. h) spese dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi;
    9. i) spese per l’acquisizione di servizi di consulenza in materia di innovazione e per servizi di supporto all’innovazione;
    10. j) spese connesse ai diritti di proprietà industriale;
    11. k) sovra costi per l’adeguamento dei locali connessi all’occupazione di lavoratori con disabilità;
    12. l) sovra costi per l’ adeguamento o acquisto di attrezzature/software, ausili tecnologici o di assistenza, connessi all’occupazione di lavoratori con disabilità;
    13. m) spese per la fidejussione/garanzia necessaria per ottenere l’anticipazione nel limite massimo di € 2.000,00;
    14. n) spese generali (d’ufficio e amministrative): costi indiretti funzionali alla realizzazione del progetto.

    Gli interventi di cui al presente bando dovranno essere realizzati all’interno dei Comuni che ricadono nell’area cratere e in quelli limitrofi a tale area di cui all’Allegato 1 del POR “Comuni area cratere e limitrofi” e indicati nell’Appendice A.1 del presente bando di accesso.

    INVESTIMENTO AMMESSO

    Il costo totale ammissibile del programma di investimento presentato a valere sul presente bando non deve essere inferiore a € 50.000,00; il contributo concedibile sarà calcolato su un ammontare massimo di spese ammesse non superiore a € 700.000,00.

    INTENSITA’ AGEVOLAZIONE

    REGOLE DI CUMULO

    Il contributo pubblico concesso ai sensi del presente bando è cumulabile, per i medesimi costi ammissibili, con altre agevolazioni pubbliche (previste da norme comunitarie, statali, regionali) nel rispetto della normativa applicabile in materia di aiuti di stato ed in particolare nel rispetto delle intensità d’aiuto massime previste in tema di aiuti di Stato (Reg. (UE) n. 651/2014 e s.m.i. , artt. 14, 17, 18, 28, 29 e 34) dalla Commissione Europea.

    PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

    La domanda di partecipazione al bando può essere presentata sul sistema informatico SIGEF a partire dal 20 settembre 2018 ed entro e non oltre le ore 13:00 del 30 ottobre 2018 (fa fede la data della ricevuta rilasciata dal sistema informatico).

    MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DOMANDA

    La domanda dovrà essere compilata on line utilizzando la procedura di invio telematico disponibile all’indirizzo SIGEF mediante:

    – caricamento su SIGEF dei dati previsti dal modello di domanda;

    – caricamento su SIGEF degli allegati;

    – sottoscrizione della domanda da parte del richiedente in forma digitale mediante specifico kit per la firma digitale

    – trasmissione al protocollo informatico della Regione Marche PALE e relativa ricevuta che attesta la data e l’ora di arrivo.

    APPENDICE A.1: COMUNI COLPITI DAGLI EVENTI SISMICI DEL 2016 (AREA CRATERE E LIMITROFI) E COMUNI RICADENTI NELLA CARTA DEGLI AIUTI A FINALITÀ REGIONALE 2014/2020– AREA EX ART. 107 3.C  

     

     

     

    Vuoi avere maggiori informazioni?
    Contatta i nostri consulenti!

     

    Potrebbe interessarti anche: