Business Navigator

La rotta per lo sviluppo della tua impresa
Business Navigator

Da oggi è ancora più facile e conveniente ottenere il tuo BUSINESS NAVIGATOR.

CONTATTA I NOSTRI CONSULENTI DI FINANZA INTEGRATA

 

logo cosvim confidi
  • scrivici
  • FAQ
  • logo cosvim confidi
    area riservata cosvim advice
  • scrivici
  • FAQ
  • cosvim advice
  • REGIONE EMILIA ROMAGNA: Contributo a fondo perduto per il sostegno degli investimenti per il settore del commercio al dettaglio

    REGIONE EMILIA ROMAGNA: Contributo a fondo perduto per il sostegno degli investimenti per il settore del commercio al dettaglio
    20/05/2019

     

    La Regione Emilia Romagna intende supportare le imprese commerciali, e in particolare i piccoli esercizi di vicinato, nei processi di cambiamento e innovazione digitale e tecnologica, necessari ad affrontare la trasformazione dei mercati nonché le nuove tendenze nei comportamenti dei consumatori.

    Le risorse disponibili per finanziare i progetti presentati ai sensi del presente bando sono pari a complessivi € 3.000.000,00

     

    Soggetti beneficiari
    Possono presentare domanda le imprese individuali, le società (di persone, di capitali, cooperative), i loro consorzi e/o le società consortili che presentano, contestualmente, i seguenti requisiti soggettivi di ammissibilità:

    a) devono operare in uno dei settori di attività economica appartenenti alla Sezione G, Divisione 47 dei settori di attività economica Ateco 2007, con esclusione dei seguenti gruppi e sottogruppi:
    – 47.11.1 “Ipermercati”;
    – 47.11.2 “Supermercati”;
    – 47.3 “Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione”;
    – 47.8 “Commercio al dettaglio ambulante”;
    – 47.9 “Commercio al dettaglio al di fuori di negozi, banchi e mercati”;

    b) devono esercitare una attività commerciale al dettaglio in sede fissa avente i requisiti di esercizio di vicinato;

    c) devono essere regolarmente costituite ed iscritte al registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente per territorio;

    d) devono possedere le dimensioni di micro, piccole e medie imprese.

     

    Tipologia di spese ammissibili
    I progetti finanziabili devono essere realizzati in unità locali situate nel territorio della Regione Emilia-Romagna e prevedere la realizzazione di interventi per l’innovazione gestionale, dei sistemi di vendita e di servizio con l’utilizzo delle nuove e più moderne tecnologie digitali, quali a titolo di esempio e non esaustivo:
    – acquisto di soluzioni e sistemi digitali per l’organizzazione del back-end (soluzioni a supporto della fatturazione elettronica, self scanning, sistemi di business intelligence e business analytics, soluzioni per incrementare le performance di magazzino, come il voice picking, sistemi per il monitoraggio dei clienti in negozio (attraverso telecamere e sensori), Sistemi per demand and distribution planning, sistemi di tracciamento dei prodotti lungo la supply chain attraverso RFId, soluzioni di intelligent transportation system);

    – sviluppo di servizi di front-end e customer experience nel punto vendita (sistemi per l’accettazione di pagamenti innovativi, sistemi per l’accettazione di couponing e loyalty, chioschi, totem e touchpoint, sistemi di cassa evoluti e Mobile POS, Electronic Shelf Labeling, digital signage, vetrine intelligenti, specchi e camerini smart, realtà aumentata, sistemi di sales force automation, sistemi di in store mobility, sistemi CRM, proximity marketing, sistemi di self-scanning);
    – sviluppo sistemi di video-collegamenti;
    – omnicanalità con integrazione con la dimensione del retail on line (sviluppo di canali digitali, di app e mobile site per supportare le fasi di prevendita, vendita post-vendita; siti informativi/e commerce e app/mobile site);
    – promozione del punto vendita attraverso canali web

    Le spese ammissibili, che devono essere pertinenti e funzionali all’esercizio dell’attività, sono le seguenti:
    a) spese per acquisto di dotazioni informatiche ed attrezzature tecnologicamente innovative;
    b) spese per acquisto di servizi di cloud computing e di licenze;
    c) spese per l’acquisto di arredi e l’allestimento dei locali, comprese le opere murarie, edili ed impiantistiche;
    d) spese promozionali su canali web strettamente connesse al progetto
    e) spese per l’acquisizione di servizi di consulenza strettamente connessi alla realizzazione dei progetti e/o richiesti per la presentazione delle domande.

     

    Entità e forma dell’agevolazione
    I progetti per i quali viene presentata domanda di contributo dovranno avere una dimensione di investimento non inferiore a € 10.000,00 esclusa IVA.
    A fronte della realizzazione degli investimenti agevolabili è riconosciuto un contributo a fondo perduto nella misura pari al 40% delle spese ritenute ammissibili.
    La misura del contributo può essere incrementata a fronte di determinate caratteristiche elencate nel bando. (a titolo esemplificativo: + 5% nel caso in cui l’ attività di impresa del richiedente sia caratterizzata dalla rilevanza della presenza femminile e/o giovanile).
    Il contributo complessivo concedibile, anche in presenza dei requisiti per ottenere
    l’applicazione delle premialità sopra indicate, non potrà comunque superare l’importo
    massimo di € 50.000,00.

     

    Scadenza
    Le domande possono essere presentate dalle ore 10:00 del 20/05/2019 alle ore 13:00 del giorno 11/07/2019. La Regione procederà alla chiusura anticipata del bando al raggiungimento di 200 domande presentate.

     

     

    Vuoi avere maggiori informazioni?
    Contatta i nostri consulenti!

     

    Potrebbe interessarti anche: