Business Navigator

La rotta per lo sviluppo della tua impresa
Business Navigator

Da oggi è ancora più facile e conveniente ottenere il tuo BUSINESS NAVIGATOR.

Grazie al VOUCHER DELLA CCIAA DI FERMO potrai richiedere un contributo che abbatte la spesa di consulenza.

 

logo cosvim confidi
  • scrivici
  • FAQ
  • logo cosvim confidi
    area riservata cosvim advice
  • scrivici
  • FAQ
  • cosvim advice
  • L’AQUILA: Valorizzazione delle eccellenze

    L’AQUILA: Valorizzazione delle eccellenze
    27/01/2019

     

     

    RESTART L’AQUILA è uno strumento agevolativo, istituito con decreto del Ministro dello sviluppo economico 5 aprile 2018, rivolto alle imprese che intendono realizzare, nel territorio del cratere sismico aquilano, programmi di investimento finalizzati a rafforzare l’attrattività e l’offerta turistica del territorio, attraverso la valorizzazione del patrimonio naturale, storico e culturale.

    Dal 5 febbraio 2019 potranno essere presentate le domande di agevolazione relative alle iniziative localizzate nei Comuni del Cratere sismico aquilano. Il 63% delle risorse disponibili (10 milioni di euro) è riservato alle iniziative nel comune dell’Aquila, il 37% alle attività localizzate nel restante territorio del cratere sismico.

    Le agevolazioni consistono in contributi a fondo perduto, nei limiti degli aiuti “de minimis”, pari al 70% delle spese ammissibili.

    A chi si rivolge

    La misura agevolativa è rivolta alle PMI costituite nelle forme di ditta individuale, società di persone, società di capitali, cooperative, consorzi e associazioni di imprese che svolgono regolarmente attività economica.

    Possono presentare domanda di agevolazioni anche le persone fisiche che intendono costituire una nuova impresa, purché l’impresa sia formalmente costituita entro 30 giorni dalla determinazione di ammissione alle agevolazioni.

    Programmi ammissibili

    Sono ammissibili alle agevolazioni i programmi di investimento, finalizzati alla creazione di nuove imprese o all’ampliamento e/o riqualificazione di imprese esistenti che abbiano per oggetto:

    • la valorizzazione turistica del patrimonio naturale, storico e culturale;
    • la creazione di micro-sistemi turistici integrati con accoglienza diffusa;
    • la commercializzazione dell’offerta turistica attraverso progetti e servizi innovativi.

    Cosa finanzia

    Lo strumento agevolativo finanzia programmi di investimento, sostenuti successivamente alla data di presentazione della domanda e comunque entro 18 mesi dalla data della determinazione di concessione delle agevolazioni, compresi tra un minimo di euro 25.000,00 e un massimo di euro 1.000.000,00.

    Voci di spesa ammissibili:

    per gli investimenti: 

    1. a) ristrutturazione di immobili entro il limite massimo del 50% del valore complessivo degli investimenti previsti, elevato al 70% per i programmi di investimento aventi ad oggetto lo svolgimento di attività di ricettività turistica;
    2. b) attrezzature, macchinari, impianti e allacciamenti;
    3. c) beni immateriali ad utilità pluriennale.

    per la gestione:

    1. a) materie prime, materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti, nonché altri costi inerenti al processo produttivo;
    2. b) utenze e canoni di locazione per immobili;
    3. c) oneri finanziari connessi all’avvio dell’attività agevolata;
    4. d) prestazioni di servizi;
    5. e) costo del lavoro, relativo all’incremento di personale connesso all’attività agevolata;
    6. f) formazione specialistica dei soci e dei dipendenti del soggetto beneficiario, funzionale alla realizzazione dell’attività agevolata.

    Le agevolazioni

    Le agevolazioni sono concesse sotto forma di contributo a fondo perduto nella misura del 70% delle spese ammissibili, considerando sia le spese per gli investimenti che di gestione relative all’avvio dell’attività.

    Il contributo concesso sulle spese di gestione può arrivare fino a un massimo del 30% del contributo concesso in conto investimenti.

    Come funziona

    Le agevolazioni sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello.

    Le domande di agevolazione potranno essere presentate a partire dalle ore 12:00 del giorno 5 febbraio 2019. Le domande, firmate digitalmente, dovranno essere presentate esclusivamente per via elettronica, utilizzando la procedura informatica messa a disposizione sul sito www.invitalia.it.

     

    Vuoi avere maggiori informazioni?
    Contatta i nostri consulenti!

     

    Potrebbe interessarti anche: