Business Navigator

La rotta per lo sviluppo della tua impresa
Business Navigator

Da oggi è ancora più facile e conveniente ottenere il tuo BUSINESS NAVIGATOR.

Grazie al VOUCHER DELLA CCIAA DI FERMO potrai richiedere un contributo che abbatte la spesa di consulenza.

 

logo cosvim confidi
  • scrivici
  • FAQ
  • logo cosvim confidi
    area riservata cosvim advice
  • scrivici
  • FAQ
  • cosvim advice
  • CONTRIBUTI PER GLI INVESTIMENTI DELLE AZIENDE DI AUTOTRASPORTO

    CONTRIBUTI PER GLI INVESTIMENTI DELLE AZIENDE DI AUTOTRASPORTO
    06/11/2018

     

    SOGGETTI BENEFICIARI/DESTINATARI DEL CONTRIBUTO

    I soggetti beneficiari del contributo sono le imprese di autotrasporto merci per conto terzi, iscritte al Registro Elettronico Nazionale (R.E.N.) e all’Albo degli autotrasportatori di cose per conto terzi.

    FINALITA’ DEL CONTRIBUTO

    Le agevolazioni sono concesse per il rinnovo ed adeguamento tecnologico del parco veicolare e per l’acquisizione di beni strumentali per il trasporto intermodale.

    MISURA DEL CONTRIBUTO

    In relazione agli investimenti effettuati, il contributo previsto varia da un minimo di € 4.000 ad un massimo di € 20.000 per singolo veicolo, rimorchio, semirimorchio o equipaggiamento.
    Gli investimenti devono essere portati a termine entro il 15/04/2019 e gli stessi beni acquisiti devono rimanere di proprietà dell’azienda fino al 31/12/2021.

     

    TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

    Le domande dovranno essere presentate entro il 15/04/2019

     

    TIPOLOGIA DI INVESTIMENTI AMMESSI

    Sono ammessi gli investimenti – anche tramite locazione finanziaria – per:

    a) acquisto di autoveicoli nuovi di fabbrica adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate a trazione alternativa a metano CNG, gas naturale liquefatto LNG, ibrida (diesel/elettrico) e elettrica (Full Electric), nonché per l’acquisizione di dispositivi idonei ad operare la riconversione di autoveicoli per il trasporto merci a motorizzazione termica in veicoli a trazione elettrica;

    b) radiazione per rottamazione di veicoli pesanti di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate, con contestuale acquisizione di veicoli nuovi di fabbrica conformi alla normativa euro VI di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate;

    c) acquisto di rimorchi e semirimorchi, nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario (normativa UIC 596-5) e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave (normativa IMO), dotati di dispositivi innovativi volti a conseguire maggiori standard di sicurezza e di efficienza energetica; acquisizione di rimorchi e semirimorchi o equipaggiamenti per autoveicoli specifici superiori a 7 tonnellate allestiti per trasporti in regime ATP;

    d) acquisto di casse mobili e rimorchi o semirimorchi porta casse così da facilitare l’utilizzazione di differenti modalità di trasporto in combinazione fra loro senza alcuna rottura di carico.

    I contributi sono maggiorati del 10% in caso di acquisti effettuati da PMI che ne facciano
    espressamente richiesta, nei seguenti casi:

    – per le acquisizioni ammissibili: dichiarazione sostitutiva secondo decreto 445/2000
    attestante numero di ULA e volume affari conseguito nell’ultimo esercizio fiscale;

    – se effettuate da imprese aderenti ad una rete di imprese: dichiarazione sostitutiva secondo decreto 445/2000 attestante numero di ULA e volume affari conseguito nell’ultimo esercizio fiscale, copia del contratto di rete.

    Le maggiorazioni sono cumulabili e si applicano entrambe sull’importo netto del contributo.

     

    Vuoi avere maggiori informazioni?
    Contatta i nostri consulenti!

     

    Potrebbe interessarti anche: