Business Navigator

La rotta per lo sviluppo della tua impresa
Business Navigator

Da oggi è ancora più facile e conveniente ottenere il tuo BUSINESS NAVIGATOR.

CONTATTA I NOSTRI CONSULENTI DI FINANZA INTEGRATA

 

logo cosvim confidi
  • scrivici
  • FAQ
  • logo cosvim confidi
    area riservata cosvim advice
  • scrivici
  • FAQ
  • cosvim advice
  • CCIAA TERAMO – CONTRIBUTI ALLE NUOVE IMPRESE GIOVANILI E FEMMINILI

    CCIAA TERAMO – CONTRIBUTI ALLE NUOVE IMPRESE GIOVANILI E FEMMINILI
    04/09/2019

     

     

    La Camera di Commercio di Teramo  intende sostenere la diffusione della cultura imprenditoriale giovanile e femminile, la creazione di nuove imprese e per contribuire a combattere la disoccupazione e favorire la creazione di nuovi posti di lavoro, tramite la concessione di contributi a fondo perduto per l’avvio di nuove attività imprenditoriali ed a favore delle imprese femminili.

     

    Soggetti beneficiari

    Possono beneficiare delle agevolazioni previste di cui al presente bando:

    1. a) le nuove imprese giovanili;
    2. b) le imprese femminili;

     

    1. a) le nuove imprese giovanili:

    1) imprese registrate ed attive a partire dal 1^ gennaio 2019 aventi sede legale e/o operativa nella Provincia di Teramo;

    2) il cui titolare, uomo o donna, abbia una età compresa tra i 18 ed i 35 anni, ovvero nel caso di società, la cui compagine societaria sia composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da soggetti di età compresa tra i 18 ed i 35 anni;

     

    1. b) le imprese femminili:

    imprese registrate ed attive aventi sede legale e/o operativa nella Provincia di Teramo che abbiano i seguenti requisiti:

    • società cooperative e società di persone costituite in misura non inferiore al 60% da donne;
    • società di capitali partecipate in misura non inferiore ai due terzi da donne e i cui organi di amministrazione siano costituiti per almeno i due terzi da donne;
    • imprese individuali con titolare donna.

     

    Spese ammissibili

    Sono ammissibili a contributo le spese, al netto di IVA e di altre imposte e tasse, sostenute dalle imprese a partire dal 2 gennaio 2019, presenti nel seguente elenco:

    1) onorari notarili e costi relativi alla costituzione d’impresa al netto di tasse, imposte diritti e

    bolli anticipati dal notaio/consulente;

    2) l’acquisto di beni strumentali materiali e immateriali. Ai fini del presente contributo, per beni

    strumentali si intendono i beni di investimento e ammortizzabili destinati ad essere utilizzati durevolmente nell’attività d’impresa;

    3) investimenti finalizzati alla adozione di metodi per il risparmio energetico e l’efficientamento energetico;

    4) realizzazione di siti internet e-commerce. Il sito deve essere perfettamente funzionante al

    momento della presentazione dell’istanza e prevedere il perfezionamento della transazione

    con pagamento on line;

    5) realizzazione di cataloghi e monografie aziendali;

    6) spese per le certificazioni volontarie di prodotto o di processo.

     

    Fondi concessi e agevolazioni previste

    La somma stanziata per l’erogazione dei contributi ammonta ad € 90.000,00.

    L’aiuto consiste in un contributo in conto capitale a fondo perduto, pari al 50% delle spese sostenute (IVA esclusa) dall’impresa, fino ad un massimale contributivo pari a € 2.000 per azienda.

    Potranno usufruire del contributo i programmi di investimento il cui costo minimo sia pari o superiore ad € 2.500.

     

    Modalità e termini di presentazione delle domande

    le imprese devono presentare domanda con i relativi allegati dalle ore 08.00 del 20 settembre 2019 fino ad esaurimento risorse, e comunque non oltre l’8 novembre 2019.

     

     

     

    Vuoi avere maggiori informazioni?

    Contatta i nostri consulenti!

     

     

    Potrebbe interessarti anche: